Convegno PEER Support Experience - MaydayItalia O.N.L.U.S.

Vai ai contenuti

Menu principale:

Convegno PEER Support Experience

 
Nella giornata di venerdì 27 settembre si sono conclusi i lavori del convegno sul Peer Support under EASA Regulation organizzato e condotto da MaydayItalia presso la Casa dell’Aviatore a Roma.
 
Un successo in termini di partecipazione e qualità dei relatori e dei loro interventi. Non possiamo non ringraziare per il sostanziale e importante apporto della Dott.ssa De Paolis, ENAC e del Col. Dott. Izzo IMAS Roma, che hanno magnificamente illustrato e impostato la situazione istituzionale nazionale. Basilare per gli Operatori e Regolatori presenti la presentazione del Com. Reuter per EPPSI: una chiara e razionale descrizione del PSP all’interno del contesto Europeo ed EASA. La presenza del Com. Rahmann, Presidente di Stiftung Mayday Germany, ha arricchito i contenuti del convegno con l’esperienza e i dati del decennale lavoro svolto in Germania, apportando un chiaro messaggio sul reale successo del Peer Program e la sua innegabile valenza economica dimostrata da dati e financial report degli operatori coinvolti. Di grande interesse l’intervento della Dott.ssa Lombardo, Head of Human Factor Uniti di ENAV. Un approfondimento determinate sul PSP nel settore del Controllo del Traffico Aero e un altro significativo tassello nella comprensione dell'indispensabile valore del Peer e del suo addestramento. La presentazione del libro “Il Peer Support: intervenire nella crisi” della Dott.ssa Bartoccini, Dott.ssa Lorenzon e del Com. Dott. Piazza ha dato alla platea un valido e sperimentato strumento cognitivo per illustrare con la forza del lavoro sul campo, la validità e successo del metodo addestrativo e operativo di Maydayitalia. Di assoluta rilevanza tecnica e operativa l’intervento del Com. Cullinan, storica e attivissima Chiarwoman di ALPA Critical Incident Response Program: i contenuti illustrati sono stati determinanti per una fattiva comprensione dei benefici del PSP, della sua necessità per il mondo così unico e complesso del personale navigante. Ha completato la serie di presentazioni la Dott.ssa Rea, Psicologa Aeronautica.
Come in ogni convegno che abbia come fine non l’auto celebrazione ma l’effettiva comunicazione, il momento del “Round Table” e quindi il confronto dei relatori con i molti Operatori, Psicologi, rappresentanti tecnici delle Organizzazioni Sindacali del Personale navigante presenti, ha consentito un approfondimento puntuale e oggettivo delle tematiche esposte in uno spirito di leale confronto e con la reale consapevolezza dell’importanza del ruolo del Peer, della sua organizzazione e addestramento e delle modalità di applicazione delle diverse realtà degli Operatori presenti.
La conclusione dei lavori ha dimostrato come un percorso inclusivo delle varie esperienze, nell’ottica non contrattabile dei comprovati concetti di Peer europei ed occidentali, sia l’unico affrontabile e che posizioni solitarie ed estemporanee siano di solo danno. Inoltre e con forza si sia affermato il PSP come un ”safety tool”, parte integrante dell’SMS e della salute del personale di volo e del controllo del traffico aereo, dove gli Aviation Psicologists non possano essere esiliati ma incastonati, come necessario, all’interno del PSP come Clinical reference del lavoro del Peer.
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu